Mese: giugno 2018

Zupp e Latt Alla Napoletana

zupp e latt

 

La Zupp e Latt è un piatto della tradizione napoletana, è un piatto incredibilmente gustoso. La ricetta dello Chef Davide Oldani è un equilibrio perfetto dei contrasti.

Ingredienti

Per il pane

200 g di fette di pane a lievitazione naturale
200 ml di latte scremato
30g di cacao

Per il gelato

300ml di latte
50ml di panna
18 g latte in polvere
70g di zucchero zefiro
Chicchi di caffè

Per la finitura

2g di scaglie di sale grosso
20g di fave di cacao amaro
4g di caffè in polvere

Preparazione

Per il pane

Tagliamo il pane a fette e mettiamo da parte, in un contenitore di vetro, la crosta. Caramelleremo poi un lato delle fette di pane nello zucchero Zefiro 100% Italiano, già messo a scaldare in padella.
Una volta che le fette saranno caramellate andremo a tagliarle a pezzettini per poi inserirle nel nostro dolce.

I ritagli delle croste invece andranno inzuppati con il latte, a cui si aggiunge il cacao a pioggia. Il composto va lasciato a marinare per circa 40 minuti. Dopo di che l’impasto va frullato, icosì da ottenere una crema di pane, la base di questo buonissimo dolce.

Per il gelato

Quello che ci prepariamo a fare è un gelato chiaro al caffè.
Si comincia il composto unendo panna e latte, poi si aggiunge Zefiro, latte in polvere e infine i chicchi di caffè. Una volta aggiunti tutti gli ingredienti, il composto va lasciato bollire per un minuto circa (non di più), poi la pentola verrà coperta e si lasceranno i chicchi in infusione. Prima di mettere a mantecare, il composto sarà filtrato e il colore del gelato rimarrà bianco, ma profumato al caffè e questo è il motivo per cui parliamo di gelato chiaro al caffè.

Per la schiuma di latte

La schiuma di latte non è altro che un latte magro montato con una planetaria che ci farà avere un effetto cappuccino. Per realizzarla al meglio è caldamente consigliato l’uso di un montalatte. Se non avete idea di quale acquistate, qui trovare la lista di tutti gli elettrodomestici da cucina presenti sul mercato, date un’occhiata per trovare quello giusto: http://www.primariepd2013.it/recensioni-elettrodomestici-da-cucina

Per la finitura

Disporre in un bicchiere la crema di pane, aggiungere quindi il pane caramellato, le fave di cacao amaro e il gelato. Il segreto di questo dolce, tra cucina e pasticceria, sono le scaglie di sale da inserire tra il gelato e la schiuma di latte: è l’armonia dei contrasti. Per finire una spolverata di caffè e il piatto è finito.

Le 7 regole per fissare l’obiettivo per dimagrire

“Beh – mi dicono alcune persone – che scoperta! lo so che dovrei perdere 20 kg! L’obiettivo lo conosco, sono qui perché tu me li faccia perdere”.

Vi assicuro che questo approccio, anche se molto diffuso, non porta a nessun risultato. Ci sono almeno tre errori gravi nella formulazione di questo obiettivo, oltre al fatto che mancano diversi element essenziali. Innanzitutto l’obiettivo va sempre definito in positivo, e quindi identificando quale livello di forma fisica vuoi raggiungere, e non sottolineando i kg che vuoi perdere. Se poi al posto dei Kg prendi altri riferimenti, come ad es la taglia, sarà sicuramente meglio. Il secondo errore è meramente linguistico. Il verbo “devo”, peggio ancora se espresso come “dovrei” è assolutamente negativo e genera automaticamente una forte resistenza a livello mentale. Ben diverso da dire “io voglio arrivare a pesare x Kg” o meglio ancora “io voglio vestire la taglia y”.

Infine è evidente che io non posso far dimagrire nessuno, posso solo aiutare le persone a trovare le migliori strategie per dimagrire.

Detto questo voglio condividere con te un principio per la determinazione di un corretto obiettivo. Ce ne sono tanti di schemi logici, e li trovi illustrati anche nel mio corso, ma oggi voglio condividere con te quello che ho letto in un libro del grande Brian Tracy*. Si adatta ottimamente al lavoro da fare per dimagrire.

Il metodo di Brian Tracy per definire obiettivi di successo, adattato al dimagrire.

  1. DECIDI COSA VUOI OTTENERE: ecco qui definisci esattamente come vuoi diventare (taglia, peso, girovita, aspetto, ecc.). Scrivilo sul tuo diario.
  2. STABILISCI UN TERMINE per raggiungere l’obiettivo. Identifica la data entro a quale vuoi raggiungerlo e segnala in agenda.
  3. FAI UNA LISTA di tutto ciò che devi fare per raggiungere l’obiettivo. Man mano c he ti vengono in mente cose nuove aggiungile alla lista fino a completarla. Qui puoi identificare componenti e competenze relative alle tre aree: mentale, allenamento fisico e alimentazione.
  4. DEFINISCI LE FASI OPERATIVE: PRIORITA’ E SEQUENZIALITA’: organizza la tua lista in base alle priorità e alla sequenzialità con cui applicare le varie parti.
  5. IDENTIFICA OSTACOLI O LIMITI. Scrivi i limiti esterni e interni che potrebbero impedirti di raggiungere il tuo obiettivo. Chiediti “Perché non ho già raggiunto questo obiettivo? Identificati i principali limiti, concentrati su come rimuoverli.
  6. FAI SUBITO QUALCOSA finalizzato al raggiungimento del tuo obiettivo. Fai pure la prima cosa che ti viene in mente, ma falla subito, in modo da mettere in moto il processo di realizzazione.
  7. FAI QUALCOSA OGNI GIORNO che ti porti in direzione del tuo obiettivo. Prendi l’abitudine di iniziare la giornata pensando a cosa fare oggi per avvicinarti al’obiettivo. E poi la sera chiediti, prima di addormentarti, cosa hai fatto oggi di positivo.

Sicuramente con un settaggio così ben fatto dell’obiettivo sarà facile identificare e adottare quelle abitudini che ti porteranno diritto alla realizzazione del tuo obiettivo. E anche qui potremo utilizzare i grand insegnamenti di Brian Tracy. Resta collegato e nei prossimi articoli lo condividerò con te.

buon dimagrimento